Il Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena ha assunto la sua forma attuale nel 2013, anche se è già dal luglio 2009 che il prodotto ha ottenuto dalle autorità europee la denominazione IGP.

Il Consorzio Tutela è il custode del disciplinare ed è un interlocutore privilegiato in tutte le questioni che riguardano il prodotto a livello normativo. Inoltre è la “voce” dello stesso, nel senso che, attraverso il dialogo con le Istituzioni, i media e il consumatore finale, promuove la conoscenza e la cultura dell’Aceto Balsamico di Modena.

Oggi il Consorzio Tutela raggruppa 50 aziende del comparto e rappresenta il 98% della produzione certificata annua di Aceto Balsamico di Modena IGP.