Nuovo soggetto

Nella sua forma attuale, il Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena  viene istituito nel dicembre 2013. Il Consorzio Aceto Balsamico di Modena e il Consorzio Filiera Aceto Balsamico di Modena decidono infatti di unirsi, per una ragione molto semplice: avere una maggiore incisività nell’attività di tutela e di valorizzazione del prodotto, in Italia come all’estero.

Riconoscimento del MIPAAF

Nel 2014 l’attuale Consorzio è stato formalmente riconosciuto dal Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali quale Consorzio di Tutela dell’IGP Aceto Balsamico di Modena. Compito di questo soggetto è quello di svolgere le funzioni pubbliche di promozione, difesa e tutela del prodotto.

Agli esordi

Il primo Consorzio legato all’Aceto Balsamico di Modena nasce nel 1993, per iniziativa di una decina di produttori. L’obiettivo è quello di conseguire il riconoscimento di IGP – Indicazione Geografica Protetta: la domanda di registrazione viene presentata l’anno successivo.

Regolamenti

Nel 1998, il Consorzio adotta il suo primo regolamento: per tutelare il consumatore, in modo che possa essere certo di acquistare un Aceto Balsamico di Modena garantito, e per assicurare una maggiore qualità del prodotto, gli associati sono tenuti a rispettare procedure e metodi di produzione ben precisi.

Concessione della IGP

Dopo anni di impegno incessante del Consorzio, in stretta collaborazione con il MIPAAF, la domanda di registrazione dell’Aceto Balsamico di Modena come IGP viene accolta dalle autorità europee nel luglio 2009.

Punto di partenza

Ottenuta la denominazione IGP, il Consorzio moltiplica le proprie attività. In particolare, agisce su tre piani distinti:

  • monitora il mercato e si impegna nella difesa dell’Aceto Balsamico di Modena dai prodotti imitativi;
  • al fianco del Ministero, studia e implementa la regolamentazione degli aspetti produttivi e dei controlli;
  • promuove il prodotto e le sue caratteristiche, sia partecipando a fiere e manifestazioni, sia dialogando con i media.

E oggi...

Attualmente il Consorzio Tutela raggruppa 50 aziende appartenenti alla filiera produttiva dell’Aceto Balsamico di Modena.