Da Modena alla conquista del Mondo

Conosciuto già dai Romani e da sempre legato alla cultura e alla storia di Modena, l’Aceto Balsamico di Modena è oggi uno degli ambasciatori dell’eccellenza enogastronomica italiana nel mondo: è infatti esportato in 120 Paesi.

Aceto Balsamico di Modena in breve

Ricavato da mosti d’uva fermentati, con aggiunta di aceto invecchiato e aceto di vino, e affinato in legno, l’Aceto Balsamico di Modena è un condimento dalla storia antica che ha saputo adattarsi con successo ai sapori della cucina moderna e a culture gastronomiche eterogenee.

Caratteristiche

Si distingue per il profumo delicato, persistente, di gradevole e armonica acidità, per il colore bruno intenso, per l’odore acetico con eventuali note legnose e per il sapore agrodolce ed equilibrato.

Consacrazione europea

Nel 2009 l’Aceto Balsamico di Modena è stato registrato come IGP dall’Unione Europea.

Storia, composizione, degustazione e abbinamenti: l’Aceto Balsamico di Modena IGP raccontato da Adua Villa